Percorsi di Restauro al Museo Diocesano 2013

Percorsi di Restauro
al Museo Diocesano di Mazara del Vallo
Cantiere – Scuola 2013


Mazara del Vallo, 25 marzo 2013

 

 Sacro_Cuore_di_Santa_Ninfa

A partire da oggi, nelle sale del Museo Diocesano di Mazara del Vallo, si aprirà una nuova sessione di restauro a cantiere aperto, nel contesto di una convenzione con lo I.A.L. di Marsala.
E’ previsto, infatti, lo svolgimento di uno stage didattico-formativo in cui un selezionato gruppo di allievi opererà sotto la guida del Maestro restauratore Tullio Valenti e la consulenza tecnico-scientifica del Professore Lorenzo Casamenti, del Lorenzo de’ Medici International Istitut di Firenze. Verrà realizzata una serie di interventi di manutenzione straordinaria e minimo restauro su alcune opere d’arte conservate al Museo, alcune delle quali attualmente in condizioni critiche di conservazione; ad esse si aggiunge il recupero dell’originaria qualità della statua del Sacro Cuore di Gesù, proveniente dalla Chiesa dell’Addolorata di Santa Ninfa ed attribuita allo scultore Girolamo Bagnasco, protagonista dell’arte sacra dell’Ottocento in Sicilia. Visitatori ed appassionati, scolaresche e singoli gruppi avranno, dunque, la possibilità di osservare da vicino e dall’interno un cantiere di restauro nelle sue fasi salienti, potendo anche godere delle spiegazioni di chi opera sul campo. “Percorsi di Restauro al Museo Diocesano” si rinnova, nell’edizione 2013, dopo le sessioni degli anni passati: oltre a stage I.A.L., sono stati ospitati anche cantieri scuola dell’Università di Palermo e del Centro di Restauro, con progetti inerenti a importanti manufatti del Museo e risultati ottimali, anche per le opportunità formative offerte agli allievi. Listener
Francesca Paola Massara, direttore del Museo dichiara: “Riteniamo importante riaprire l’esperienza del cantiere-scuola. L’idea di mostrare il “work in progress” di un intervento di restauro si è già dimostrata vincente ed ha appassionato sia i giovani neofiti che il territorio, che si è sentito coinvolto in un itinerario di recupero della leggibilità dell’opera d’arte e nella dimensione del restauro come valore da condividere.”
La manifestazione si chiuderà a fine corso, con la conclusione dei lavori e la presentazione dei risultati, offerti alla fruizione degli studiosi ed al godimento della città; un evento è previsto anche in occasione del ritorno della statua del Sacro Cuore nella sua sede di Santa Ninfa.
Vi sarà una sospensione in occasione delle vacanze pasquali.

 

img139

 

 

Percorsi di Restauro 2013

al Museo Diocesano di Mazara del Vallo

Presentazione dei Restauri

Comunicato stampa

Mazara del Vallo, 8 maggio 2013 -

Aula Magna del Seminario Vescovile, ore 9.30

Mercoledì 8 maggio, alla presenza di S.E. il vescovo Mons. Domenico Mogavero, si svolgerà la Presentazione dei Restauri intrapresi nei mesi scorsi a cura del Museo Diocesano, con la fattiva collaborazione dello I.A.L. Marsala, l'alta sorveglianza della Soprintendenza Bb.CC. di Trapani e la qualificata consulenza del maestro restauratore Prof. Lorenzo Casamenti, della Scuola di Restauro "Lorenzo de' Medici International Institut" di Firenze.

Si tratta della tappa conclusiva di un lungo ed affascinante percorso, iniziato l'anno scorso con la selezione di un gruppo di opere d'arte, conservate al Museo o comunque pertinenti al territorio diocesano e bisognose di sostanziali interventi manutentivi.

La convenzione con il Corso di Restauro I.A.L.-Marsala, affidato alla perizia del maestro prof. Tullio Valenti, ha consentito di operare con un cantiere-scuola aperto all'interno dello spazio museale, per consentire ai visitatori di seguire anche le diverse fasi della sequenza esecutiva.

 

L'iniziativa "Percorsi di Restauro 2013" si pone in continuità proprio con un  progetto incentrato sulla riscoperta, la tutela e la valorizzazione di opere d'arte provenienti dal territorio, recuperate nella leggibilità e nella fruizione attraverso un attento iter filologico.

La mattinata prevede una serie di interventi: dopo il saluto del Vescovo, la parola passerà all'Arch. Paola Misuraca, Sovrintendente BB.CC. di Trapani, ed alla prof. Francesca Paola Massara, Direttore del Museo Diocesano. Il prof. Tullio Valenti, docente e coordinatore del restauro, illustrerà le fasi salienti degli interventi sulle opere d'arte, spiegandone criteri e metodologie. Infine, anche un selezionato gruppo di allievi presenterà la propria esperienza formativa.

La mattinata si concluderà con una visita guidata ai restauri, nelle sale del Museo Diocesano.

Gli interventi quest'anno si sono concentrati su alcune opere altamente significative: si distinguono la grande statua lignea del Sacro Cuore di Gesù, dalla Chiesa di Maria SS. Addolorata a Santa Ninfa, attribuita al noto scultore palermitano Girolamo Bagnasco (fine sec. XVIII - metà XIX) ed una espressiva tela di artista siciliano raffigurante Mons. Francesco Maria Graffeo (1633-1695), Vescovo di Mazara dal 1685 al 1695.

A queste si aggiunge un piccolo gruppo di opere appartenenti alla sezione lapidea del Museo: un capitello "a foglie d'acqua" (sec. VII - VIII d.C.), una raffinata colonnina con piccolo capitello a decorazione stilizzata a girali (sec. IX - XII d.C.) e la base marmorea della perduta statua di Santa Veneranda, realizzata da Vincenzo Gagini nel 1583 e decorata con scene della vita della Martire.

La statua del Sacro Cuore rimarrà esposta nella Sala degli Argenti del Museo Diocesano di Mazara fino all'11 maggio.

La manifestazione si chiuderà il 14 maggio alle 16.30 a Santa Ninfa, con la ricollocazione dell'opera nella sua sede originaria presso la Chiesa dell'Addolorata. Qui si svolgerà una presentazione del restauro alla cittadinanza, con l'intervento del Parroco Don Franco Caruso, della dott. Nunzia Anny Lo Bue, Dirigente dell'U.O. X della Soprintendenza Bb.CC. di Trapani, del M. Tullio Valenti e del Direttore del Museo Prof. Francesca Paola Massara, che dichiara:

<

Studenti e studiosi, operatori culturali, semplici appassionati, avranno modo di conoscere e guardare dall'interno il percorso di recupero di un manufatto e la sua complessità, ancor più alta nelle opere d'arte sacra, dove sono ancora vivi devozione e culto. Questo potrà servire anche a riflettere sul valore e, nel contempo, sulla fragilità del prezioso patrimonio che ci è stato affidato. Non può esservi tutela senza conoscenza.

Il gruppo di ragazzi che ha appassionatamente lavorato dentro e attorno a questa esperienza, inoltre, ha anche portato con sé il valore aggiunto dell'entusiasmo e della progettualità>>.

 

img141

 

Conclusione della manifestazione

Percorsi di Restauro 2013

al Museo Diocesano di Mazara del Vallo

Mazara del Vallo, 18 maggio 2013 -

Si è appena conclusa la manifestazione Percorsi di Restauro al Museo Diocesano 2013, che ha previsto lo svolgimento e la presentazione alla cittadinanza dei restauri operati quest'anno su alcune importanti opere d'arte della Diocesi: una statua lignea del Sacro Cuore di Gesù, della Chiesa di Maria SS. Addolorata a Santa Ninfa, attribuita al noto scultore palermitano Girolamo Bagnasco (fine sec. XVIII - metà XIX), ed un gruppo di opere conservate al Museo, tra cui un ritratto su tela di Mons. Francesco Maria Graffeo, Vescovo di Mazara dal 1685 al 1695, un capitello "a foglie d'acqua" (sec. VII - VIII d.C.), una colonnina con capitello a decorazione stilizzata a girali (sec. IX - XII d.C.) e la base marmorea della perduta statua di Santa Veneranda, realizzata da Vincenzo Gagini nel 1583.

L'evento ha previsto un lungo iter di interventi e di studio da parte del prof. Tullio Valenti e del suo staff di stagisti del Corso di Restauro I.A.L.-Marsala, con un cantiere-scuola in convenzione con il Museo già da un anno; l'intervento si è avvalso della qualificata consulenza del maestro restauratore Prof. Lorenzo Casamenti, del "Lorenzo de' Medici International Institut" di Firenze.

Ben due tappe hanno segnato la consegna dei lavori, a Mazara del Vallo ed a Santa Ninfa, con grande riscontro di interesse, anche da parte delle istituzioni formative: in particolare, si è segnalata per il lavoro di approfondimento didattico la I D della Scuola "P. Borsellino", guidata dalla Prof. Rosa Signorello.

"I Percorsi di Restauro al Museo Diocesano costituiscono ormai un'espressione irrinunciabile dell'attività museale -dichiara il Direttore Francesca Paola Massara- che si esplicita in un rapporto sempre più intenso con il territorio. L'attività scientifica, di studio ed approfondimento su opere d'arte spesso poco note e in condizioni precarie di conservazione, consente di porre in condizioni di sicurezza e leggibilità i manufatti e, nello stesso tempo, sensibilizzare i più giovani al restauro come valore. La sintonia ormai raggiunta con i maestri restauratori e la sinergia con la Soprintendenza di Trapani ci consentono anche di rilanciare il progetto per il futuro e di programmare nuove iniziative, per le quali abbiamo già proposte suggestive e meritevoli di attenzione.

 

img142